Shadowhunters Wiki
Advertisement
Shadowhunters Wiki

Una Pyxis è una scatola usata per contenere energie demoniache. L'uso di una Pyxis per trattenere e trasportare i demoni è una vecchia pratica e non sono più usate nei tempi moderni.

Descrizione[]

Un uroboro

La Pyxis è una scatola alta di legno dorato. Viene usata per intrappolare e immagazzinare in sicurezza la coscienza dei demoni, che è sotto forma di una sorta di energia, in contrapposizione a quella umana, la cui coscienza è la loro anima.

Quello dell'Istituto di Londra nel 1878 aveva un uroboro bruciato nella parte anteriore, che simboleggia le diverse dimensioni-il mondo in cui vivono all'interno del serpente, e il resto dell'esistenza all'esterno. Quello precedente, rivendicato da Edmund Herondale quando se ne andò, aveva un simbolo dell'infinito disegnato sul fianco.

Storia[]

Nel 1849, quando Edmund Herondale aveva 14 anni, uccise il demone Marbas e, per celebrare la sua prima uccisione demoniaca, il suo spirito fu tenuto in una Pyxis.

Intorno al 1873, anni dopo l'esilio di Edmund, suo figlio, Will, aprì la Pyxis e inconsapevolmente liberò Marbas, che in seguito uccise sua sorella Ella.

Più di dieci anni dopo, Axel Mortmain fece rubare a Nate Gray la Pyxis del Istituto di Londra, intento ad usare le energie demoniache per dare vita ai suoi automi. Mentre solo gli Shadowhunter possono aprire la Pyxis, Mortmain è riuscito ad aprirla e a liberare il Demone Superiore Armaros imprigionato in essa, solo per trasferirla nel corpo di un automa.

Dopo gli eventi della guerra degli automi, le scatole Pyxis furono abbandonate dai Nephilim. La maggior parte delle scatole sono state distrutte, anche se alcune sono state conservate a Idris.

Nel 1899, l'Accademia Shadowhunter utilizzò Pyxis che teneva piccoli, innocui demoni per i loro esercizi di addestramento. Gli studenti più anziani dell'Accademia dispersero Pyxis nei boschi, con i demoni all'interno destinati ad essere liberati e ingaggiati dagli allievi più giovani. Quell'anno, un gruppo di studenti ha messo un demone vetis molto pericoloso in una delle scatole come scherzo, e uno studente è stato ucciso nel processo.

Nel 1903, Emmanuel Gast costruì una Pyxis per catturare e trattenere il demone Mandikhor che era stato assunto per evocare. Dopo che tornò a casa, tuttavia, il demone si liberò della sua scatola.

Più tardi, i giovani Shadowhunter dell'Enclave di Londra rubarono una Pyxis a Hypatia Vex da usare per riconquistare e poi distruggere Mandikhor. Quando tornarono con esso all'Istituto scoprirono che era pieno. Rilasciarono e inviarono Agaliarept, che era stato intrappolato al suo interno, e poi portarono la scatola al Tower Bridge, nella speranza di trovare Mandikhor lì. Hanno fatto, comunque è scoppiato facilmente dalla Pyxis, distruggendolo nel processo.

Etimologia[]

La parola Pyxis ha origine dalla parola greca πυξις, che significa "scatola". Nella ceramica classica, una Pyxis era una scatola cilindrica di argilla con un coperchio originariamente utilizzato dalle donne per riporre cosmetici, bigiotteria o gioielli. Il nome deriva da scatole corinzie ricavate dall'albero di bosso (πυξος). Il termine "Pyx" è utilizzato per le scatole liturgiche utilizzate per tenere e trasportare ostie consacrate nelle chiese cristiane tradizionali.

Questa origine greca ha lasciato il posto alla parola latina Pyxis che significa "piccola scatola", mentre funge anche da nome latino per una bussola nautica, e una costellazione nell'emisfero meridionale, appunto una bussola.

Advertisement