Shadowhunters Wiki
Advertisement

"Mi hai permesso di essere qualcosa che non ero mai stato prima, nemmeno quando ero in vita. Uno Shadowhunter. Mi hai fatto essere parte di ciò che facevi. Non ho mai creduto che mi sarebbe stata la possibilità di fare la differenza."
— Jesse a Lucie, La catena d'oro

Jesse Blackthorn è uno shadowhunters della trilogia di The Last Hours

Biografia[]

Jesse è il primo ed unico figlio di Rupert Blackthorn e Tatiana Lightwood. Nasce nel 1879, mesi dopo la morte del padre.

Risulta fin da piccolo debole e di salute cagionevole, tanto che la madre pregò affinché non gli venissero messi i Marchi. Raggiunti i sedici anni riceve la sua prima runa, su insistenza di Jesse. Durante la notte, tuttavia, il ragazzo risente del dolore e muore.

Il suo corpo non venne consegnato nella Città di Ossa, dal momento che Tatiana era alla ricerca di un modo per riportarlo in vita. Le uniche persone a conoscenza di questo segreto e di come lui sopravviva in forma di fantasma, fino al momento in cui si riunirà al proprio corpo, sono la madre e la sorella. Nel 1903, anche Lucie Herondale lo incontrerà e verrà a conoscenza della sua storia, decidendo di mantenere il segreto

Relazioni[]

Tatiana Blackthorn[]

"Pensavo che la pazzia di mia madre fosse innocua."
— Jesse a Lucie, La catena d'oro

Tatiana è quasi ossessionata dall'idea di proteggere il figlio. Dopo aver perso il padre e il marito, Tatiana tiene Jesse lontano il più possibile dal mondo shadowhunters, in particolare da dai Lightwood, gli Herondale e i Carstairs (che lei reputa responsabili delle sue perdite). Per diversi anni rifiuta che Jesse possa prendere i Marchi, temendo per la sua salute debole. Quando, raggiunti i sedici anni, Jesse tenta di ricevere la prima runa, il ragazzo muore. Tatiana non si arrende e non si separa dal suo corpo, conservandola mentre cerca un modo per riportarlo in vita. Nel fare ciò, la donna contata anche lo stregone Magnus Bane, il quale però rifiuta di fare una cosa del genere.


Grace Blackthorn[]

"- Non ho mai provato alcuna tenerezza per nessuna cosa o essere vivente ...

- Davvero non hai mai provato niente per nessuno?

- Mio fratello. Però lui non è più vivo."

Grace e Matthew, La catena d'oro

Grace e Jesse sono uniti e si prendono cura l'uno dell'altra. Grace stessa rivela che Jesse è l'unica persona per cui prova tenerezza. Sono entrambi leali vero l'altro, tanto che Grace non rivela a nessuno (neanche a James Herondale) dell'idea di portare in vita Jesse; così come Jesse non rivela ciò che riguarda Grace e la sua vita, se non per cercare di salvarla.


Lucie Herondale[]

"Non dispiacerti Lucie. Hai riportato luce nel mio mondo buio, e ti sono grato per questo"
— Jesse con Lucie, La catena d'oro

Nel 1897 Jesse incontra Lucie Herondale, caduta in una trappola delle fate nella foresta di Brocelin. Il ragazzo la aiuta ad uscire, per poi riaccompagnarla a casa, senza però rivelarle chi è. I due si rivedranno solo sei anni dopo.

Nel 1903, infatti, Jesse va con la madre e la sorella a Londra. Alla festa organizzata all'Istituto Jesse rivede Lucie e, con sua grande sorpresa, la giovane è ancora in grado di vederlo. Vedendo la confusione nel suo sguardo, poiché nota che nessun altro sembra vederlo, Jesse le parla in privato, rivelandole chi e cosa è. Lucie rimane stupita e incuriosita dalla sua storia, ma decide di mantenere il suo segreto. Jesse intuisce che in Lucie ci sia qualcosa di diverso, poiché nessun altro al di fuori di sua madre e sorella possono vederlo, neanche James e Will Herondale (entrambi con l'abilità di vedere i fantasmi).

Tra i due nasce un'amicizia, tanto che Jesse le rivela l'intenzione della madre di riportarlo in vita, mentre Lucie, in diverse occasioni, chiede il suo aiuto.

Jesse non rivela neanche alla sorella di come Lucie sia n grado di vederlo, almeno fino a quanto Grace non lo scopre. Lucie, infatti, mentre si trovava di nascosto a casa di Tatiana, interviene quando un demone attacca Grace. La giovane Herondale viene salvata dall'intervento di Jesse. In questa occasione Grace capisce che Lucie è in grado di vederlo. La ragazza tenta di ricordare al fratello che non dovrebbe saperlo nessuno, ma lui afferma di fidarsi di Lucie.

Quando Lucie capisce che James è in pericolo, chiede a Jesse di portarla da lui viaggiando come fanno i fantasmi. Jesse afferma di non sentirsela, poiché non lo ha mai fatto prima, ma Lucie lo obbliga, usando i poteri appena scoperti, ovvero di poter costringere i fantasmi a fare come lei vuole. Jesse lo fa controvoglia, rimando deluso e ferito che lei lo abbia costretto. Tuttavia, quando la vede disperata per il fratello che sta morendo a causa del veleno demoniaco, decide di aiutarla. Le offre così la boccetta contenente il suo ultimo respiro, quella che conservava per poter tornare in vita. Lucie tentenna, poi però lo accetta.

Jesse cercherà poi di tranquillizzarla, dicendole che non deve sentirsi in colpa. Quando Lucie gli promette di fare il possibile per portarlo indietro, Jesse rifiuta, chiedeole di lasciar perdere.

Curiosità[]

  • Jesse ha la cicatrice della Runa della Visone sulla mano destra.
  • Jesse, nonostante sia un fantasma, può essere visto da Tatiana, Grace e Lucie.
  • Sa suonare il pianoforte.
  • Non sa molto sul padre, dal momento che Tatiana ha creato tutta una storia diversa sulla sua vita.
  • Il suo animale preferito è la volpe.
  • Porta con sé una fila che contiene il suo ultimo respiro, da usare per ritornare in vita.
  • Secondo l'albero genealogico sposa Lucie Herondale e dovrebbero essere gli antenati dei Blackthorn moderni.

Apparizioni[]

Advertisement