Shadowhunters Wiki
Advertisement


Non si tratta di Stephen! Si tratta della Legge!

IMOGEN


Imogen Herondale è stata l'Inquisitrice del Conclave per anni prima della sua morte nel 2007. È anche la nonna paterna di Jace.

Primi anni di vita[]

Primi anni di vita[]

Imogen nacque dalla famiglia Whitelaw. Ad un certo punto, incontrò e si innamorò di Marcus Herondale, che in seguito sposò. I due continuarono a dirigere l'Istituto di Londra insieme. Alla fine, la coppia ebbe un figlio, Stephen, che amava profondamente. Lo hanno cresciuto e addestrato a Londra prima di trasferirsi a Idris.

Stephen alla fine si unì al Circolo, nonostante la severa disapprovazione di Imogen. Quando Stephen fu ucciso durante un raid del Circolo, Imogen fu devastata, ancor più quando suo marito, Marcus, morì poco dopo. Imogen divenne indurita e fredda, una durezza che continuò quando accettò l'ambita posizione di Inquisitrice. Sebbene generalmente ragionevole e legittima quando si trattava dell'Alleanza, cercava ancora giustizia per la morte di suo figlio e perseguitava spietatamente gli ex membri del Circolo, punendo brutalmente quelli che poteva.

Vendetta[]

Anche anni dopo la morte di Stephen, Imogen serbava rancore e profondo odio verso Valentine Morgenstern, l'uomo che credeva avesse avvelenato la mente di Stephen e causato la sua morte. Quando scoprì che il figlio di Valentine era vivo ed era stato all'Istituto di New York per tutto il tempo, reagì e andò a New York per indagare.

L'inquisitrice Herondale voleva davvero credere che Jace fosse in combutta con Valentine e lei aveva già preso una decisione su di lui ancor prima che si incontrassero, se non altro per avere una scusa per sfogare la sua rabbia e l'amarezza verso il ragazzo. Quindi, divenne molto determinata a decifrare e rivelare il suo tradimento e la sua vera fedeltà. La natura abrasiva di Jace non fece nulla per pacificare l'autoritaria Imogen, che aveva imprigionato Jace nella Città Silente per essere stato insolente nei suoi confronti.

Durante la sua indagine, Imogen fece del bullismo e affermò il suo potere sui Lightwood, insistendo sul fatto che Jace era un traditore per loro, e in particolare trattando Maryse Lightwood con disprezzo, e ignorando il marito, Robert, e i loro figli, Alec, Isabelle, e Max come se fossero indegni persino di essere disprezzati, a causa del loro legame con il Circolo.

Quando la Spada Mortale fu rubata dalla Città Silente durante la prigionia di Jace, Imogen divenne ancora più convinto dell'affiliazione di Jace con Valentine. Dopo il suo rilascio, Imogen lo tenne intrappolato in una Configurazione Malachia. Consumata dall'odio e dalla rabbia per Valentine, Imogen perse brevemente di vista la giustizia e l'equità escogitando un piano con il Conclave che metteva in pericolo la vita di Jace, pensando che Valentine, essendo un genitore come lei, sarebbe stato umile nel fare qualsiasi cosa per suo figlio, proprio come avrebbe fatto lei. Riferirono un messaggio a Valentine, dicendogli che avrebbero scambiato Jace in cambio della Spada e della Coppa.

Quando Valentine, mentre discutevano il loro accordo, si rifiutò facilmente e le disse che Jace non voleva avere nulla a che fare con lui, una Imogen alla fine capì il suo errore troppo tardi.

Decesso[]

Rendendosi conto del suo errore, Imogen chiamò immediatamente il Conclave come rinforzo, espiando i suoi errori unendosi ai Lightwood nel loro assedio alla nave di Valentine. Durante la battaglia contro i demoni che ne seguì, prese Jace da parte per scusarsi personalmente con lui, mettendoli entrambi all'interno di una barriera protettiva mentre parlavano. Quando vide la voglia di Jace, una cicatrice a forma di stella posseduta da tutti gli uomini Herondale, capì che Jace era, in effetti, il figlio di Stephen, suo nipote.

Quando Imogen, ancora sotto shock, si chiese a voce alta per quanto tempo Jace aveva creduto di essere il figlio di Michael Wayland, Jace si difese infastidito prima di allontanarsi e uscire dal loro cerchio protettivo, senza armi. Mentre Imogen cercava disperatamente di richiamare Jace, un demone attaccò. Disperata, Imogen si gettò tra loro e si prese il veleno del demone, sacrificandosi per suo nipote. Sussurrò le sue ultime parole a Jace, dicendogli che suo padre, riferendosi a Stephen, sarebbe stato orgoglioso di lui, sorprendendo Jace, che credeva intendesse Valentine. Morì tra le braccia di Jace, prima di potergli dire la sua vera stirpe.

Personalità e tratti del personaggio[]

La personificazione di una sgradevole autorità adulta, Imogen, a coloro che non la conoscevano, sembrava una figura sadica e prepotente che apprezzava il potere che le dava la sua posizione. Una spietata esecutrice della Legge, Imogen era determinata e concentrata, qualità che sono semplicemente dimostrazioni della sua devozione al Conclave e alla Legge. Imogen amava profondamente la sua famiglia, così la loro perdita la distrusse. Anni di dolore e isolamento avevano fatto emergere il peggio di lei, lasciando una donna aspramente diretta e ostile, un guscio di chi era una volta, dedicando tutta la sua vita al suo lavoro, che prendeva molto seriamente.

Nonostante fosse già di pietra e impaziente, Imogen aveva diversi hobby molto sorprendenti, tra cui la pittura ad acquerello, la miscelazione del veleno, le freccette e il pianoforte classico.

Descrizione fisica[]

Imogen aveva capelli biondi pallidi, quasi incolori e occhi grigi. Come Inquisitrice, spesso portava i capelli in uno chignon stretto, aggiungendolo al suo comportamento severo, intimidatorio e duro. Indossava anche un abito e un lungo mantello grigio scuro fuori moda.




Advertisement